FLOP NOTTE BIANCA, il Comune si svegli. Per Livorno c’è bisogno di svolta

Negozi chiusi, città semi-deserta e.. una Notte Flop!

In molti ieri sera, girando per il centro di Livorno si saranno domandati: ” ma dov’è la gente?”.

Partiamo da questa premessa, è stato un flop generale che in pochi potevano prevedere. Ok, noi livornesi la conosciamo bene la nostra Livorno, e sappiamo bene che la Notte Bianca non è mai stata organizzata come si deve e che, da sempre, i negozi aderenti non sono tutti e, “a una certa” chiudono senza se e senza ma.

Penso che questa sia la Notte Bianca meno riuscita degli ultimi anni. Ma da cosa è stato causato questo flop generale?

  1. Chiusura Negozi: l’unica via del Centro che ha aderito alla “Notte” è Via Ricasoli, registrando un’apertura solo parziale delle molte attività che la costellano. In più, quelle poche attività volenterose, vedendo la brutta parata hanno resistito fino alle 23.00 circa (invece delle 24.00), per poi rassegnarsi ad una chiusura anticipata, ma come biasimarli? Se vogliamo fare una “Notte Bianca” seria, la prima cosa è cercare una larga partecipazione di TUTTI  i commercianti, e di tenere i negozi VERAMENTE aperti fino a tardi! Compito del Comune, quello di parlare con i vari commercianti e centri commerciali naturali per ottenere questa partecipazione. Altrimenti la “Notte Bianca” NON SI FA!! Farla in questi termini fa male alla città.
  2. Disorganizzazione nel redigere il programma: dal programma risultante, in poche parole, sembra quasi che il Comune abbia comunicato: “Anche quest’anno bisogna fare la Notte Bianca, chi vuole aderire lo dica, così lo inserisco sull’inutile locandina..“. Ciò che ci si aspetta dagli uffici preposti è un lavoro attivo, al centro dell’organizzazione di questo evento, partendo dalla premessa di cui sopra: se i negozi non aderiscono, la Notte Bianca non si fa! Il presupposto della Notte Bianca è proprio l’apertura straordinaria dei negozi, lo shopping notturno, contornato da eventi musicali che rendono la serata degna di essere vissuta dai propri cittadini, cercando anche di attirare turismo dalle città limitrofe; meglio rammentarlo nuovamente, tante volte si fossero scordati..
  3. Maltempo: certo il vento e il calo delle temperature non ha giovato alla riuscita della serata. La “Cena in bianco”, che doveva essere un po’ la vetrina di questa edizione, è stata la prima a saltare, e in molti, a causa del forte vento hanno preferito stare in casa.
  4. Il Caos Sicurezza: nelle ultime ore del pre-evento sembra esserci stato un gran subbuglio per la discussa Circolare del Capo della Polizia Francesco Grazielli, la quale ha gettato nel caos totale il Comune a causa della poca chiarezza, e che ha rischiato di far saltare l’evento a poche ore dall’inizio (forse sarebbe stato meglio!) facendo lasciare al nostro Sindaco dichiarazioni sulla Stampa che forse hanno lasciato dubbiosi  in molti sullo svolgimento, o meno, dell’evento.
  5. Il Concerto di Vasco: piazzare la Notte Bianca a cavallo di un evento di questa portata, certo non deve essere stata una scelta felice. In diretta su Rai 1 e con oltre 220.000 partecipanti è stato nominato (e già preannunciato già da qualche settimana)  il concerto dei record (record mondiale per numero di partecipanti per singolo artista in concerto). Può piacere o meno l’artista, ma non ci si può scontrare con un evento di questa portata.  In molti sono i livornesi che, sono sicuro, hanno preferito stare al riparo dal forte vento preferendo una tranquilla serata da divano e tv, oltre a quelli che sicuramente erano presenti tra quei 220.000..
  6. Infine, come da sempre, poca pubblicità e fatta male: un evento del genere deve essere promosso di più e meglio, per riuscire ad attirare anche il turismo dalle città limitrofe, i molti giovani (ma anche i meno giovani) che sono disposti a spostarsi (come noi livornesi), se ne vale la pena. O meglio, se deve essere organizzata così, forse è meglio fare tutto in silenzio, almeno evitiamo di fare figurette..

In poche parole, una Notte Triste, la Notte dei Flop!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spam protection by WP Captcha-Free